“claudia”

Nel venticinquesimo anniversario della sua attività di cantautrice, Claudia Pastorino torna con il suo nuovo CD “Claudia”che contiene otto brani da lei scritti e composti, ed è l’ottavo pubblicato dopo

I GATTI DI BAUDELAIRE 1995, Produzione Angelo Carrara, Target – Polygram  (Sugar Edizioni)
INVENTARE L’ALLEGRIA 1997, Produzione Angelo Carrara, Target – Polygram (Sugar Edizioni)
TRENTANNI 1999,  Produzione Claudia Pastorino   (Sugar Edizioni)
UN SOGNO DI MARE  Omaggio a F. De André 2005, (con i CelloFans)  Produzione Andrea Argenton

LIVE AND LET LIVE  Dodici anni di canzoni 2006,  Produzione Claudia Pastorino 
TANGO CHE HO VISTO BALLARE  Omaggio a H. Ferrer e A. Piazzolla 2012,  Produzione Elegantia Doctrinae
LIGYES  2013,  (con i CelloFans), Produzione Elegantia Doctrinae. 

Le parole e le musiche di “Claudia” sono di Claudia Pastorino tranne ”Le parole dentro”  di  Claudia Pastorino e Paolo Agnello.

Le parole dentro (Intro)
Credevo
Rumore di fondo
Mandragola
Canzone del tempo perso
Ponte dell’Arcobaleno
Ligyes
Bisogna avere quarant’anni
Le parole dentro 

Gli otto brani contenuti nel CD “Claudia” affrontano tematiche legate a una tradizione di canzone d’autore di impegno: riflessioni sulla libertà della ricerca spirituale, l’amore per gli Animali, la Musica quale “consolazione e alleata del percorrere la vita”,  sempre con una forte connotazione autobiografica, come nello stile compositivo di Claudia già in tutti i suoi precedenti lavori di “artigiana di canzoni”: 

Credevo e Mandragola alludono a una presa di distanza da una religione imposta, dogmatica, falsaria, e alla possibilità di una libera ricerca spirituale, schietta e sincera;
Rumore di fondo parla della realtà odierna in cui impera l’apparire a tutti i costi;
Canzone del tempo perso è un quadretto autoironico sulla professione di cantante e di cantautrice  intrapresa nei giorni nostri; nel finale Claudia canta una frase in lingua genovese“a stâ chi a pestâ l’aegua into mortâ” che vuol dire “a stare qui a pestare l’acqua nel mortaio” che in genovese significa appunto “perdere tempo”;
Ponte dell’Arcobaleno è una canzone d’amore dedicata agli Animali, da sempre compagni di vita di Claudia;
Bisogna avere quarant’anni  è un autoritratto in musica,  veritiero, ironico, senza filtri;
Ligyes racconta degli antichi abitanti delle terre di Liguria e della loro incredibile attitudine al canto  anche in battaglia; questo tema è stato spunto di una approfondita ricerca che ha portato alle sbalorditive scoperte sui Ligyes  di cui si parla più in dettaglio all’interno del libretto del CD;
Le parole dentro parla dell’urgenza di vivere di parole,  dell’importanza irrinunciabile di scrivere e di cantare,  come forza propulsiva e vitale,  e come forma di libertà e di resistenza. 

Claudia,  che è anche maestra di canto presso la sua Scuola Italiana di Cantoterapia di Genova,  ha sempre posto l’accento sull’importanza vitale del canto, della musica, della scrittura, come tesori dell’essere umano,  capaci di arricchirne l’esistenza, e di lenirne le durezze.  Come ha scritto e detto in più occasioni,  la scrittura e il canto sono più di un diletto, più di un lavoro:  sono modalità di comunicazione,  linguaggio,  cura, trasformazione, vita. 

Accompagnano Claudia in questo progetto i Musicisti:
Claudio De Mattei  al Basso
Gianni Martini  alle Chitarre
“Dado” Sezzi  alla Batteria e alle Percussioni.

La produzione è di Elegantia Doctrinae.

Le Edizioni sono di SUGAR spa. 

Altre informazioni sull’artista: http://www.claudiapastorino.it

Pubblicato in EVENTI, In primo piano, MUSICA ACUSTICA, strillo | Commenti disabilitati

ROCCHETTA CAMPUS ESTIVO 2015

la SCUOLA ITALIANA DI CANTOTERAPIA
  presenta e invita al

Campus Estivo di Perfezionamento 
in Canto e Cantoterapia 
Quinta Edizione  

Rocchetta Ligure  (AL)   Palazzo Comunale Spinola
(già Sede Europea del Living Theatre di New York) 

da Mercoledì 1 a Lunedì 6 Luglio 2015
Primo Livello 
(aperto a tutti) 

da Mercoledì 5 a Lunedì 10 Agosto 2015  
Secondo Livello 
(aperto a chi in possesso del Diploma di Primo Livello)  

La Tua Vacanza-Studio
nel relax unico e inimitabile della Val Borbera
 

La settimana di Campus è suddivisa in tre moduli quotidiani per un totale di cinquanta ore, con quattro Docenti altamente qualificate,  e il rilascio di due diplomi, in una location del XVII°  secolo,  ampia, accogliente, rilassante, unica nel suo genere.   

informazioni,  immagini,  costi,  dettagli su:

www.t-italymusica.it     www.cantoterapia.it    www.elegantiadoctrinae.it 

A CHI SI RIVOLGE 

- Cantanti – Attori – Insegnanti di Canto – Insegnanti di Recitazione
- Studenti di Canto – Studenti di Recitazione
- Operatori Olistici, Counselor, e a tutti coloro che per motivi di lavoro utilizzino la voce molte ore al giorno (insegnanti, didatti sportivi, operatori di call centre, venditori, etc).
- A tutti coloro che desiderino tornare a respirare come quando siamo nati, conoscersi meglio, utilizzare meglio la propria voce, imparare ad auto-rilassarsi, migliorare il proprio benessere, la consapevolezza corporea e la propriocezione, autogestire e controllare ansie, paure, tensioni, stress, panico. 

Il Corso di Perfezionamento in Canto e Cantoterapia rilascia il diploma di perfezionamento della SIC,  e il diploma dell’Associazione Organizzatrice dei Corsi estivi di alto Perfezionamento Musicale a Rocchetta Ligure giunta quest’anno alla sua trentunesima edizione.  

 

PROGRAMMA DIDATTICO GENERALE  

Anatomo-fisiologia dello Strumento Vocale.
I tre Elementi dello Strumento Vocale: Elemento Motore,  Elemento Vibrante,  Elementi Risonanti.
La Respirazione nei Mammiferi. Respirazione mista o invertita negli esseri umani. L’importanza di TORNARE A RESPIRARE COME QUANDO SIAMO NATI. 

L’ESERCIZIARIO COMPLETO DI GINNASTICA RESPIRATORIA PER TUTTI I PROFESSIONISTI VOCALI: i dodici Esercizi Specifici a tappeto, seduti, in piedi.
IL SOSTEGNO COSTO-DIAFRAMMATICO: Fondamento di tutte le Voci   (liriche, moderne, parlate).
POTENZIAMENTO VOCALE.
PRESERVARE LA QUALITA’ VOCALE NEI DECENNI.
CONSAPEVOLEZZA CORPOREA NEL PROFESSIONISTA VOCALE: Voce, Pavimento Pelvico, Addominali Obliqui, Addominali Retti, Muscoli Dorsali e Lombari, Catena dei Diaframmi, Muscoli Intercostali, Costole Fluttuanti: UN SISTEMA INTEGRATO.

Gestire e adattare la pressione sottoglottica.
Conoscere, potenziare, tutelare il proprio Strumento Vocale: RILASSAMENTO, POSTURA, PROPRIOCEZIONE, ERGONOMIA.

Voce parlata quotidianamente, Voce professionale, Voce artistica nel Cantante moderno, Voce artistica nel Cantante lirico, Voce declamata nell’Attore.
Vibrati e Filati.
Tessitura ed Estensione.
I Registri Vocali nella Voce moderna: Registro Medio-grave, Registro di Petto, Registro di Testa. Light Mechanism  e  Heavy Mechanism.
La Tecnica dei Passaggi di Registri.
La Carta d’identità vocale individuale,

LA VOCE LIRICA Imposto lirico, Gestione del Velo palatino, Gestione dell’Affondo laringeo, Utilizzo di tutti i Risuonatori Superiori.
Classificazione delle Voci.

LA TECNICA MISTA
DIFETTI CAUSATI DA UN ERRATO UTILIZZO DELLA VOCE
IGIENE VOCALE  in ottica preventiva e in ottica terapica
CANTOTERAPIA  E  NEUROCANTO
CANTOTERAPIA  per il benessere di corpo, mente, voce.
Ambiti applicativi: pazienti psichiatrici, piccoli ricoverati, case di riposo, autoterapia, autorilassamento, potenziamento vocale, sviluppo del potenziale umano individuale, prevenzione di abusi vocali.
CANTOTERAPIA  nella terapia riabilitativa del cantante.
Casi risolti di voci danneggiate da:  surmenage, malmenage, tecniche errate o carenti, sostegno costodiaframmatico parziale, inconsapevolezza, mancanza di propriocezione, etc.

TEORIA MUSICALE E SOLFEGGIO
Ascolti.   Didattica vocale.   Falsi miti.
Onomatopeia.  Stripsody.  Flautologia.  Humming.  Voce di Ossa.  Vocalizzi.  Mantra.
Arte scenica.   Preparazione di brani cantati e/o recitati.

 

ESIBIZIONE IN CONCERTO presso il Salone delle Feste di Palazzo  Spinola,  Rocchetta Ligure (AL)    
(aperto al pubblico con ingresso libero)

Pubblicato in EVENTI, In primo piano, strillo | Commenti disabilitati

LIGYES

UNA SCOPERTA SBALORDITIVA
GLI ANTICHI LIGURI ERANO
GUERRIERI MUSICI E GUERRIERI CANTANTI 

Presentiamo il nuovo CD della cantautrice genovese Claudia Pastorino, accompagnata dal Quartetto di violoncelli CelloFans, composto da violoncellisti anch’essi genovesi.
Il CD nasce da un interessante, se non sbalorditivo, fatto storico a cui Claudia Pastorino ha voluto dedicare il brano omonimo, Ligyes.
I Ligyes, o Ligues, (Λίγνς), erano i popoli abitanti l’estesa terra di Liguria, conosciuti già nell’antichità per le loro doti musicali e canore. Dei Ligyes si diceva che cantassero anche in guerra, tanto amavano la musica: prima e durante ogni battaglia i Ligyes cantavano e suonavano e, attraverso la potenza del Suono, della Voce, della Musica, si infondevano quella forza che permetteva loro di vincere anche se in numero inferiore all’avversario.
Gli antichi Liguri erano dunque guerrieri musici e guerrieri cantori!

Claudia Pastorino, Ligyes dei tempi moderni, riprende e prosegue l’antica tradizione, sempre attraverso il Canto, l’Arte, la Musica, che sono ancora oggi energia vitale, forza, resistenza.
Claudia Pastorino e il Quartetto di violoncelli CelloFans, che da oltre dieci anni svolgono insieme una intensa attività concertistica fondendo le sonorità classiche e la canzone d’autore, tornano con questo nuovo CD che contiene otto omaggi ad Artisti liguri e due brani inediti, LIGYES e IL CANTAUTORE.

   Un po’ di storia a proposito dei LIGYES

La memoria più antica riguardante i Ligyes risale a Esiodo, tra l’VIII e il VII secolo a.C.
Li ritroviamo al termine del VI secolo, con Ecateo di Mileto, nel IV secolo a.C., con Eudosso di Cnidio, Avieno, Filisto di Siracusa, e ancora nel III secolo a.C. con Eratostene di Cirene.
Ma è proprio nel corso del IV secolo a.C. che il popolo ligure assume la caratteristica incredibile e sbalorditiva del Guerriero Musico, e ce ne dà conto Filisto di Siracusa, testimone, si potrebbe dire oculare, degli eventi: dovendo fronteggiare l’invasione dei Galli Senoni, i Ligyes combattono e cantano! E nel combattere si stringono al loro capo Cicno, re della Liguria, cantore e combattente, che muore cantando per il dolore della tragica fine dell’amico Fetonte: “E Cicno, re della Liguria, parente di Fetonte, fu mutato in cigno mentre lo piangeva; è lo stesso che quando muore canta una dolente canzone” (Igino, Fabulae, 154). E l’armonia è tale da commuovere Apollo che ne trasmuta le spoglie nella costellazione del Cigno.
Ma è Platone che consacra “la stirpe musicale dei Ligyes”: nel Fedro, quando Socrate ha bisogno di ispirazione, invoca “Venite Muse dalla voce acuta. Questa qualità vi proviene sia dal tono alto della canzone, sia dalla musicale stirpe dei Liguri” (Platone, Fedro, 237a).
(Tullio Gardini – dal libretto del CD LIGYES di Claudia Pastorino, edito nel 2013 da Elegantia Doctrinae).

LIGYES

1.  Ligyes (Claudia Pastorino)
2.  Il Cantautore (Paolo Agnello)
3.  La casa in Via del Campo  (versione italiana di Robertino Arnaldi di “Vou dar de beber a dor” ["Casa da Mariquinhas"] di Alberto Janes e Alfredo Duarte ”Marceneiro”)
4.  La ballata dell’amore cieco  (Fabrizio De André)
5.  Quella carezza della sera (Sergio Bardotti, Gianni Belleno, Ricky Belloni, Giorgio D’Adamo, Vittorio De Scalzi, Nico Di Palo)
6.  Elettrochoc (Giancarlo Golzi, Carlo Marrale)
7.  Milca ti Lidia (Adalberto Silva ”Betu”)
8.  Perduto amore (In cerca di te) (Gian Carlo Testoni, Eros Sciorilli)
9.  Una lunga storia d’amore (Gino Paoli)
10.  Un Giudice (Fabrizio De André, Giuseppe Bentivoglio, Nicola Piovani)

I violoncellisti di CelloFans sono: Giulio Glavina, Federica Vallebona, Chiara Alberti, Raffaele Ottonello.
Arrangiamenti di Stefano Cabrera, tranne La Casa in Via del Campo, il cui arrangiamento è di Raffaele Ottonello, e Ligyes, il cui arrangiamento è di Federica Vallebona. 
Produzione: ELEGANTIA DOCTRINAE, Genova.
Registrato Live in Studio a Genova.

IL CD E’ IN VENDITA NEI MIGLIORI NEGOZI DI DISCHI, SU EBAY O DIRETTAMENTE CONTATTANDO info@elegantiadoctrinae.it O IL NUMERO 3356851936

 

Pubblicato in In primo piano, strillo | Commenti disabilitati

Proposta artistica spettacolo musicale

 

IL VIAGGIO DI TARAFFO

da Lisbona a Genova

“Il Viaggio di Taraffo – da Lisbona a Genova”, è uno spettacolo musicale che congiunge due città, Genova e Lisbona, sulla scia di una delle numerose tournée musicali di Pasquale Taraffo, chitarrista genovese: una “crociera musicale” in compagnia degli artisti genovesi Claudia Pastorino, Fabrizio Giudice, Andrea Nicolini, che ci conduce nelle sonorità del Fado portoghese e dei brani composti da Taraffo, “il Paganini della Chitarra”.

E’ un cavalcare di onde emozionanti e coinvolgenti, mondi sonori affascinanti, poetizzati dal racconto del musicista. Il Programma di sala spazia da brani strumentali del Taraffo, a brani della tradizione fadista (Amalia Rodrigues, Dulce Pontes, Vitorino, Mariza).

Molto sentito l’omaggio di Claudia Pastorino al genovese Robertino Arnaldi, recentemente scomparso, di cui Claudia eseguirà: Coimbra e La Casa in Via del Campo in italiano, e A Casa in Via do Campo in lingua genovese, tutte tradotte da Robertino Arnaldi.

I testi che accompagnano il viaggio sono di Tullio Gardini.

viaggio di taraffo

Continua a leggere

Pubblicato in In primo piano, strillo | Commenti disabilitati